Livemocha and other language exchange sites



Siti di scambio linguistico

Ci sono molti siti su internet, che si offrono di aiutare gli studenti a studiare una lingua straniera. Alcuni sono completamente gratuiti, altri offrono sia servizi gratuiti che a pagamento, e spesso in tali siti è possibile che dei madrelingua possano aiutare gli studenti che cerchino di imparare la loro lingua, rivedendo le loro composizioni scritte o commentando le loro registrazioni audio.

L’idea è grandiosa, tuttavia si tratta di una lama a doppio taglio. Di questo però parleremo più approfonditamente in un altro paragrafo.

Io sono membro in tre di questi siti: Babbel, Langled e Livemocha

Quello che conosco meglio è sicuramente Livemocha, che recentemente è diventato un sito a pagamento, se non erro. Su Mocha ho provato delle unità di studio in differenti lingue, e ho rivisto centinaia di esercizi presentati da studenti di italiano. Il fatto che Livemocha dia agli studenti la possibilità di vedere corretti non solo i propri lavori scritti, ma anche gli audio, è senza dubbio una cosa positiva.

Devo tra l’altro dire che i cosiddetti corsi “attivi” (a pagamento), sono facili da capire, hanno un lay-out accattivante, e coinvolgono lo studente in esercitazioni interattive senza cadere negli schemi dei “pattern drills”, che detesto di cuore. Inoltre devo dire che il role play con video dialoghi è veramente simpatico: qualche volta si tratta soltanto di un’esercitazione di lettura, in quanto la parte dello studente è già scritta, altre volte lo studente deve “improvvisare” la conversazione. Quello che mi piace di più è che i dialoghi sono ordinati per copioni semantici, (al ristorante, in frutteria, alla stazione dei treni), cosicché c’è sempre un filo conduttore, nel corso di un’unità. Non so voi come la pensiate, ma a me piace molto raggruppare le parole nuove in categorie.

Infatti, quello che mi era apparso come il più grosso difetto di Livemocha “free” era proprio questo, la mancanza di un filo conduttore nei testi. Leggete qui, per esempio:
Qualcuno accende le luci di pomeriggio. Lui apre le finestre di sera. Il ragazzo si sta appoggiando sulla macchina e sta aprendo lo zaino. Sto portando la valigia all'aeroporto. Sta andando in bicicletta e portando dei libri. Questo è un testo che gli studenti devono leggere per esercitare la pronuncia. Credo tuttavia che un minimo di coerenza nel testo non guasterebbe, o sbaglio? Tutto ciò appare come un miscuglio di cose ammassato senza alcun criterio.

Ecco un altro esempio: Lei compra le candele bianche alle quattro meno un quarto. Lui mangia il cibo alle dodici e trenta ma berrà il caffè tra cinque minuti. Mi siederò a tavola tra trenta minuti. Sei già arrivato? No, non ancora. Arriverai in un'ora. Questo “input“ è ancora peggiore, in quanto persino le singole frasi non hanno alcun senso. “Mangia il cibo (nessuno parlerebbe così in italiano) alle dodici e trenta ma berrà il caffè tra cinque minuti” Che senso ha? Sta mangiando ora? O quando? Se berrà il caffè tra cinque minuti, lo prende prima di mangiare? O insieme al pasto? Tutto ciò non sta in piedi. E la perla finale: dopo la domanda “Sei già arrivato?”, la risposta è: “No, non ancora. Arriverai in un’ora???”

Comunque, il costo per iscriversi all’ “active course” è di circa 200 US$ (140€) per sei mesi.
È anche possibile la sottoscrizione mensile, al costa di circa 35 US$ al mese.

L’iscrizione semestrale a Babbel costa circa 33€, e quella trimestrale circa 20.

Langled ha dei contenuti gratuiti, ed altri disponibili soltanto ai soci (15€ al mese)

Contattatemi, per favore, se siete a conoscenza di altri siti del genere.